Se ti ritrovi in alcuni dei primi sintomi di una gravidanza, non rimane che averne conferma con il test di gravidanza. È possibile acquistarne uno in farmacia e scegliere tra i test classici, che indicano due linee colorate in caso di esito positivo e soltanto una in caso di responso negativo, e i test digitali che, in caso di inizio gravidanza, fanno comparire la scritta “incinta” e il numero di settimane trascorse dal momento del concepimento.

Quando conviene fare il test di gravidanza?

Per avere un riscontro il quanto più possibile attendibile, si consiglia di effettuare il test a partire dal quarto giorno di ritardo del ciclo. Nel caso in cui il test venisse eseguito prima, si suggerisce di rifarlo a distanza di qualche giorno. Se viene effettuato troppo presto, infatti, si potrebbe verificare un falso negativo: nonostante la gravidanza sia iniziata, il test fallisce proprio perché eseguito a distanza troppo ravvicinata rispetto al presunto concepimento.

Soprattutto in caso di ciclo irregolare, è consigliabile aspettare fino a quattordici giorni prima di effettuare il test.

Anche in caso di rapporto non protetto è necessario aspettare almeno dodici giorni: sebbene l’ovulo sia già stato fecondato, occorrono alcuni giorni prima che il corpo rilasci l’ormone beta HCG, vale a dire l’ormone della gravidanza.

È preferibile eseguire il test la mattina appena sveglie e a digiuno, con la prima urina della giornata. In casi di gravidanza, infatti, l’ormone beta HCG presente nelle urine registrerà un livello più alto della media. Per eseguirlo, è sufficiente immergere la punta dello stick nell’urina per alcuni minuti: nel giro di pochissimo, il test indicherà il responso.

L’ormone beta HCG tende ad aumentare con il passare dei giorni. Per tale motivo, come suggerito inizialmente, si suggerisce di rifare il test qualora si ritenga di essere incinta ma l’esito indicato è negativo.

I test di gravidanza sono certi al 99% ma, per una certezza assoluta, è necessario farsi prescrivere dal medico le analisi del sangue e delle urine.