La stitichezza è uno dei disturbi che si presenta più frequentemente nelle donne incinta, determinando difficoltà di evacuazione, gonfiore addominale e dolori. Questo fastidio è causato dal progesterone, un ormone che ha il compito di inibire le contrazioni muscolari della parete uterina. La sua azione però si estende spesso anche all’intestino, rallentando la peristalsi, ossia quei movimenti che favoriscono l’evacuazione delle feci.

Un altro fattore che contribuisce ad accentuare la stitichezza in gravidanza è l’aumento della capacità dell’intestino di assorbire acqua. Durante i mesi di gestazione, l’organismo della futura mamma necessita di una maggiore quantità di liquidi e di conseguenza ne trattiene di più dagli alimenti. Questo determina un indurimento delle feci che rallenta ulteriormente il loro transito intestinale. A questo vanno ad aggiungersi una minore attività fisica e uno stile di vita più sedentario che contribuiscono ad accentuare il fenomeno dell’intestino pigro.

Fortunatamente con alcuni piccoli accorgimenti è possibile attenuare il problema della stipsi. Ecco di seguito 3 rimedi naturali per combattere la stitichezza in gravidanza.

    • Seguire una corretta alimentazione, ricca di frutta e verdure. Le fibre contenute in questi alimenti stimolano la peristalsi intestinale e di conseguenza il transito del cibo
    • Prestare attenzione allo stile di vita, dedicando – quando possibile – del tempo ad attività fisiche leggere come la ginnastica dolce
    • Bere molta acqua, circa 2 litri al giorno in modo da favorire la digestione e il transito del cibo nell’apparato digerente. È possibile integrare anche con delle tisane vegetali pensate proprio per aiutare le future mamme a recuperare la regolarità

Ovviamente ogni gravidanza è un mondo a se stante, quindi prima di seguire uno dei tre rimedi contro la stitichezza, consultate sempre il vostro ginecologo.