La coltivazione biologica, diffusasi a partire dagli anni Settanta, comporta una maggiore attenzione all’ambiente che si riflette sulla qualità dei prodotti coltivati. Le tecniche utilizzate sfruttano la naturale fertilità del terreno facendo ricorso, ad esempio, al letame. Pertanto non vengono utilizzati fertilizzanti chimici e altre sostanze potenzialmente dannose per la salute dell’uomo.
I benefici della coltivazione biologica sono numerosi. Vediamo insieme i principali motivi per cui è consigliabile scegliere cibo proveniente da questo tipo di coltivazione:

  • vengono rispettati i ritmi delle stagioni e la rotazione dei terreni, favorendo la tutela dell’ambiente e dei paesaggi naturali
  • le aree circostanti i terreni coltivati biologicamente ospitano diverse specie animali e vegetali, contribuendo a preservare la biodiversità agricola, vale a dire il numero di specie presenti in natura, ad esempio batteri e piante
  • l’infiltrazione dei nitrati nelle acque di falda è ridotta e questo impatta positivamente sulla qualità delle acque superficiali
  • gli allevamenti sono controllati: vengono rispettati i comportamenti degli animali e isolati qualora abbiano bisogno di cure mediche. Inoltre viene stabilita una dieta specifica e bilanciata e sono proibite sostanze come stimolatori di crescita e di appetito. Le strutture dedicate sono pulite e verificate
  • la coltivazione biologica vieta l’uso di ormoni, il trapianto di embrioni e la manipolazione genetica delle razze animali
  • non viene permessa la creazione di microrganismi resistenti agli antibiotici
  • i lavoratori della terra non sono esposti a sostanze nocive per la salute
  • è previsto un sistema di controllo dei prodotti, che ne consente la tracciabilità e il monitoraggio da parte degli enti competenti. Su tutte le confezioni di cibo biologico, infatti, devono essere riportati il codice del produttore e una dicitura specifica: “da agricoltura biologica – regime di controllo CEE”.

I vantaggi di scegliere la coltivazione biologica sono numerosi: non solo aiutano la tutela dell’ambiente e dell’ecosistema, ma contribuiscono al piacere di mangiare bene, preservando salute e benessere.

Articoli correlati