È molto comune nei bambini, soprattutto nel cambio di stagione, che il nasino venga congestionato da secrezioni abbondanti e muco, ad esempio a causa di un raffreddore, e che i genitori non sappiano bene come liberarlo.

Respirare bene è la prima difesa del bambino contro le infezioni. Fino al primo anno di età il bambino respira quasi solo attraverso il naso, che quindi svolge una funzione cruciale di filtro nei confronti di virus, batteri o sostanze inquinanti presenti nell’aria. Perciò è necessario trovare dei rimedi efficaci per liberare il naso da muco e secrezioni.

  • Per prima cosa è necessario mantenere la giusta umidità in casa tramite un umidificatore, in particolare nella stanza del bambino, ed eventualmente vaporizzando l’aria con qualche goccia di olio di eucalipto.
  • Pulire le cavità nasali del bambino con soluzione fisiologica: aiuta a eliminare il muco e a mantenere il normale equilibrio della mucosa nasale, contrastando l’insorgenza di eventuali infezioni dell’apparato respiratorio, come faringite o laringite. Se il bambino è molto piccolo potete introdurre la soluzione utilizzando una piccola pompetta contagocce e spruzzare molto delicatamente la soluzione all’interno delle narici. Lasciate defluire il muco e asciugate il nasino con un fazzolettino di carta morbido.
  • Contestualmente alla pulizia del nasino con la soluzione salina, potete ricorrere all’utilizzo di aspiratori nasali, adatti soprattutto per i bimbi molto piccoli. L’aspiratore permette di asportare il muco, anche molto abbondante, in maniera delicata e indolore.
  • Se il bambino ha difficoltà a prendere sonno, come spesso accade in presenza di naso chiuso, fatelo dormire con la testa leggermente rialzata (ponendo un cuscino sotto il materasso), in modo che le secrezioni defluiscano più facilmente.
  • Evitate che il bambino venga in contatto con sostanze irritanti che possono peggiorare la sua respirazione, come il fumo di sigaretta, profumi o lozioni profumate per il corpo, spray per capelli, spray per ambienti, vernici e benzina.
  • Evitate di fare uscire il bambino in caso di giornate particolarmente fredde o ventose.
  • Consultate il pediatra prima di somministrare qualsiasi tipo di medicinale.

Si raccomanda di rivolgersi al pediatra nel caso in cui il bambino presenti febbre alta da più di due giorni o dimostri di avere episodi ricorrenti di naso chiuso.

Altri consigli

Leggi tutti i consigli