Nel periodo estivo l’aria condizionata a casa o in auto è di grande aiuto per alleviare il forte caldo. Anche i neonati ne soffrono chiaramente, pertanto, per quanto possibile, è importante tenerli al fresco senza stressarli troppo.

Il tema aria condizionata e neonati è spesso oggetto di discussioni in famiglia tra chi ne approva l’uso e chi invece la demonizza pensando che possa causare raffreddore, faringite e febbre nei più piccoli.

In realtà, l’utilizzo del condizionatore anche con bambini piccolissimi non è controindicato. Questo è uno strumento efficace per rendere l’aria più fresca e più sopportabile così da consentire un riposo sereno. Ci sono comunque delle precauzioni da prendere:

  • Pulizia condizionatore. Passato il periodo invernale, prima di riaccendere l’apparecchio, è opportuno pulire i filtri e accertarsi che non si siano create muffe o altre impurità che possono contaminare l’aria dell’ambiente domestico.
  • Temperatura: per ottenere un ambiente confortevole non è necessario abbassare drasticamente il termostato. Sono sufficienti 3 o 4 gradi in meno rispetto alla temperatura registrata. Un repentino passaggio dal caldo eccessivo al freddo può infatti essere irritante per le vie respiratorie del piccolo. Inoltre, i condizionatori attuali offrono la possibilità di impostare il deumidificatore che già da solo vi permetterà di avere un’aria più gradevole e respirabile. Nel caso in cui dobbiate affrontare un viaggio in macchina, se questa è stata per lungo tempo sotto il sole, accendete condizionatore e fate rinfrescare l’abitacolo per qualche minuto prima di far salire il bimbo a bordo.
  • Uso. Non è necessario lasciare l’aria condizionata accesa per lunghi periodi, giusto il tempo di diminuire leggermente la temperatura e creare un ambiente piacevole e sopportabile per il neonato. Evitate di dirigere le bocchette dell’aria direttamente sul bambino, ma verso l’alto, così da rinfrescare in maniera omogenea tutte le stanze. Meglio ancora, se il bebè non è nella stessa stanza in cui l’apparecchio è in funzione. Altro aspetto importante è l’apertura frequente delle finestre, soprattutto per evitare che si crei un’aria troppo viziata che potrebbe favorire l’insorgenza di fastidiose allergie o irritazioni. Durante la notte, se necessitate di accendere il condizionatore ricordatevi di regolarlo al minimo per evitare di creare un’aria eccessivamente secca che potrebbe dar fastidio alle mucose del piccolo.