La pulizia degli occhi di un neonato è un’operazione semplice ma molto importante: gli occhi del vostro piccolo sono infatti molto delicati, e hanno bisogno di essere puliti almeno una volta al giorno per evitare infezioni e arrossamenti.

Solitamente gli occhi del neonato si possono pulire usando una garzina sterile, inumidita con soluzione fisiologica, oppure con speciali salviette monouso presenti in commercio, adatte alla pulizia delle palpebre e delle ciglia, da utilizzare però nel bambino più grande.

Per una corretta pulizia degli occhi del neonato, la garza deve essere passata delicatamente lungo la palpebra del bimbo, dall’angolo interno verso quello esterno, cercando di rimuovere tutti i residui di secrezione lacrimale. Nel caso in cui gli occhi fossero arrossati, è consigliabile lasciar cadere qualche goccia di soluzione fisiologica nell’angolo interno dell’occhio, evitando di toccare la parte infiammata. Invece di acqua o soluzione fisiologica si può usare anche la camomilla, sempre bollita e raffreddata, che ha un’azione rinfrescante. In alcuni casi però la camomilla può causare irritazioni da contatto della pelle intorno all’occhio, per cui è sempre preferibile chiedere prima un parere al vostro pediatra.

È inoltre consigliato utilizzare sempre una garzina diversa per ciascun occhio, così da evitare un eventuale passaggio di infezioni da un occhio all’altro. Terminata la pulizia, basta asciugare il contorno esterno dell’occhio e le palpebre del vostro piccolo, sempre con estrema delicatezza.

Può capitare, specialmente al mattino, che uno o entrambi gli occhi del neonato risultino un po’ appiccicosi, e facciano fatica ad aprirsi. Questo accade perché il dotto lacrimale non è ancora ben aperto e le lacrime vi ristagnano all’interno. Per liberare il canale può essere utile effettuare un delicato massaggio rotatorio sul nasino, nell’angolo interno dell’occhio, per poi procedere alla normale pulizia quotidiana degli occhi.

A volte il ristagno nel dotto lacrimale può provocare infezione e arrossare uno o entrambi gli occhi: in questo caso è bene rivolgersi al pediatra, che potrà suggerire il collirio più adatto da utilizzare.

Vi consigliamo di rivolgervi al pediatra anche se vi accorgete che nonostante la pulizia quotidiana gli occhi del vostro piccolo si sporcano molto spesso, è presente un muco filante, o se nel punto interno della palpebra inferiore si forma un puntino giallo: potrebbero essere tutti segnali di un’infezione in corso, da curare con farmaci specifici.

Altri consigli

Leggi tutti i consigli