“Aprile dolce dormire”: lo dice un famoso proverbio popolare, ma per le donne in gravidanza non è poi così scontato. È molto frequente che, ad un certo punto della gravidanza, il sonno inizi a diventare difficoltoso e problematico per le future mamme. Infatti, dopo le prime settimane in cui generalmente prevale un senso di stanchezza e sonnolenza, con la crescita della pancia e i cambiamenti ormonali, la situazione cambia radicalmente. Oltretutto, si aggiungono spesso anche il frequente stimolo ad urinare, la sindrome della gambe senza riposo e i movimenti del bambino, tutti elementi che non facilitano il riposo. Come fare quindi per riposare al meglio anche con il pancione e vivere la gravidanza con la massima serenità? Ecco alcuni utili suggerimenti.

Per prima cosa, è importante fare molta attenzione all’alimentazione, fondamentale non solo per il sonno, ma in generale per la gravidanza. È consigliabile ridurre il consumo di caffè e bevande che contengono caffeina, così come è utile limitare l’assunzione di cibi molto speziati o pesanti. Anche il cioccolato, per esempio, è un eccitante che può influire negativamente su un buon riposo. Soprattutto per la cena, è meglio scegliere alimenti leggeri, come verdure, pesce e pane integrale, evitando di andare a coricarsi subito dopo la fine del pasto per non avere problemi di digestione. Inoltre, bere un bicchiere di latte caldo appena prima di andare a letto favorisce il sonno in quanto aiuta, tra le altre cose, a diminuire l’acidità di stomaco che spesso è responsabile delle notti insonni. Anche tisane a base di lavanda o camomilla possono rappresentare un valido alleato, specialmente se unite a bagni rilassanti non troppo caldi.

Un altro elemento chiave sono le posizioni, importanti per un riposo tranquillo e sereno, soprattutto dal quinto mese quando la pancia comincia a diventare voluminosa. Il consiglio di molti ginecologi è quello di dormire sul fianco, preferibilmente il sinistro, con le gambe leggermente piegate: così facendo, il piccolo nella pancia non pesa sugli organi interni e non ostacola il flusso sanguigno. Da evitare è invece la posizione supina in quanto, dormendo a pancia in su, il peso del bebè è tutto concentrato sull’utero e, di conseguenza, anche sull’intestino, cosa che può provocare problemi nella digestione. Ovviamente sconsigliata è poi la posizione a pancia in giù che risulta tra l’altro molto difficoltosa con l’aumentare del pancione mese dopo mese.

Ci sono infine piccoli gesti quotidiani che possono essere un valido aiuto per un buon riposo, come l’abitudine ad andare a dormire alla stessa ora, mettere un cuscino tra le ginocchia in modo da alleviare le tensioni a carico di cosce e pube, evitare di guardare film violenti prima di addormentarsi.