L’inserimento all’asilo nido è un momento cruciale per bambini e genitori. Per quanto minimo, è il primo vero distacco dalla casa e dalla famiglia e porta non poche preoccupazioni sia a grandi che piccini. È la prima volta in cui il bimbo ha modo di esplorare un posto diverso da quello abituale con persone nuove e molti altri suoi coetanei con i quali dovrà imparare a relazionarsi e a condividere l’attenzione degli adulti.

Cosa deve fare quindi un genitore per affrontare al meglio questo momento così delicato? Ecco di seguito alcuni preziosi consigli per affrontare la situazione con serenità.

Sii sicura della tua scelta

Una mamma che lascia il figlio per la prima volta al nido può provare frustrazione e senso di colpa, ma è importante controllare le emozioni e non farsi vedere spaventate o dubbiose. Il piccolo potrebbe percepirle subito e turbarsi. Quindi mostrati calma, sicura e fiduciosa del fatto che per lui sarà una stupenda esperienza.

Parla col tuo bambino

Spiega al piccolo nel modo più semplice possibile la situazione ed esprimi pensieri positivi al riguardo. Ad esempio “Oggi ti porto in un posto dove potrai giocare con tanti bambini e ti divertirai moltissimo”. Ripeti spesso al bimbo che gli vuoi bene e che “la mamma torna a prenderlo”.

Crea dei rituali

Cerca di rendere la preparazione e il tragitto alla scuola un rituale. Crea abitudini precise per te e il bambino, come fare lo zaino insieme o cantare una canzone in macchina. Questo aiuterà il bimbo a rilassarsi. E lascia che porti con se un oggetto a cui è particolarmente affezionato, un peluche, una copertina, in modo che si senta ancora protetto dall’ambiente famigliare.

Non avere fretta

Non spingere eccessivamente il bambino a staccarsi, soprattutto nel caso in cui l’esperienza stia risultando difficoltosa. La fase di ambientamento dura in media dalle 2 alle 4 settimane, ma ogni bambino ha i suoi tempi e non deve essere forzato. Il genitore non deve mai sentirsi giudicato, la velocità di adattamento non dipende assolutamente dalla “bravura” dell’adulto.

Dai fiducia alla struttura

A casa parla in maniera positiva dell’asilo e delle maestre e mantieni un atteggiamento di fiducia nei confronti della struttura. Fare commenti negativi farebbe percepire al bambino che qualcosa non va.

Evita troppi cambiamenti

Cerca di non far coincidere l’inserimento al nido con altri grandi cambiamenti nella vita del piccolo, come un trasloco o la nascita di un fratellino.

Per maggiori informazioni sull’età di inserimento al nido, puoi leggere il nostro articolo dedicato.

Se hai ulteriori dubbi, ti consigliamo come sempre di rivolgerti al tuo pediatra per un confronto più approfondito.