La pulizia delle orecchie nel neonato è un’operazione di per sé molto semplice, da eseguire però in modo attento e scrupoloso per evitare manovre sbagliate che potrebbero anche rivelarsi pericolose.

Per prima cosa è bene precisare che, nel pulire le orecchie dei bambini molto piccoli, non vanno mai utilizzati i classici bastoncini di cotone che si trovano in commercio: il loro uso, infatti, favorisce la formazione dei tappi di cerume ed è molto pericoloso in quanto, anche un minimo movimento, potrebbe provocare danni all’orecchio.

Il metodo più semplice è quello di sfruttare il momento del bagnetto. Vi consigliamo di tenere il piccolo appoggiato sul braccio, in modo che il livello dell’acqua raggiunga l’orecchio: in questo modo l’acqua tiepida scioglie il cerume in modo del tutto naturale ed efficace. È molto importante fare attenzione, dopo il bagnetto, ad asciugare bene le orecchie del neonato per evitare che rimanga dell’acqua nel padiglione auricolare.

In farmacia potete trovare anche delle gocce per le orecchie, che saprà consigliarvi il pediatra in base alle esigenze specifiche del bambino, che servono per ammorbidire e sciogliere il cerume. In questo caso, è sufficiente tenere il neonato in una posizione comoda e instillare qualche goccia in un orecchio. Dopo qualche minuto, si potrà pulire la parte esterna dell’orecchio con una garza di cotone leggermente inumidita.

Per rimuovere facilmente il cerume che appare alla vista, vi consigliamo di utilizzare una garza di cotone imbevuta con una soluzione fisiologica adatta anche ai più piccoli, oppure imbevuta con dell’acqua tiepida in cui è stata fatta bollire una bustina di camomilla. È sufficiente passare la garza delicatamente sul padiglione auricolare, scegliendo preferibilmente un momento di tranquillità del bambino.

Per scegliere il metodo migliore, vi consigliamo comunque di rivolgervi al vostro pediatra di fiducia che saprà darvi le indicazioni migliori per una corretta igiene e pulizia delle orecchie del vostro bimbo, in base a specifiche esigenze o problematiche.