design casaAbbiamo chiesto all’architetto e decoratrice di interni Alice Truant di darci qualche consiglio di arredo e stile.

Spesso dobbiamo confrontarci con case di piccola metratura; qualche ”trucchetto” per farla sembrare più ariosa?
Per ogni interior designer progettare piccoli spazi rappresenta una vera sfida: ogni centimetro di spazio è prezioso da un punto di vista funzionale. Nel progettare piccoli ambienti spesso faccio riferimento al mondo della nautica dove le funzioni dell’abitare sono necessariamente ridotte all’ essenziale. Ciò detto, anche l’occhio vuole la sua parte!  Occhio che può essere ingannato, con piccoli “trucchi del mestiere”, per dare al fruitore l’impressione di maggiore profondità spaziale.

Qualche esempio che possiamo copiare?
L’uso di specchi e luci, adeguatamente posizionati e con giochi di rifllessi ben architettati, aiuta a far sembrare più grande la stanza. Anche la scelta dei colori può contribuire in questo senso: i soffitti chiari sono piu ariosi, così come tende leggere, “ton sur ton”, alte da soffitto a pavimento.

Sui pavimenti?
Consiglio di predilligere continuità nei rivestimenti di pavimenti, magari con posa correre nel senso della lunghezza maggiore delle stanze. Grandi tappeti e una disposizione ordinata e intelligente degli arredi, meglio se a scomparsa, sono altri ottimi alleati nel creare l’illusione della percezione di spazi più ampi di quanto non lo siano realmente.

Arredi: quali sono le tendenze del prossimo autunno?
Spesso l’arredamento “va a braccetto” con il mondo della moda. Nel prossimo autunno-inverno ritroveremo alcuni dei trend già in voga nella passata stagione, come i richiami di designi anni ’70″, presenti anche nelle passerelle di alcuni noti stilisti. Non mancheranno, in questo senso, tocchi vintage per i mobili, accompagnati da componenti d’arredo dalle linee contemporanee.

Che colori vedremo protagonisti?
La palette di colore per il 2018 è decisa e punta su colori scuri, audaci e maschili, come il blu di Prussia, il verde scuro inglese e tutte le nuance che vanno dall’ottanio al petrolio. Queste ultime stanno letteralmente spopolando sulle riviste di settore e di
conseguenza nelle nostre case. Questi colori scuri sono contrastati da pennellate calde di senape, tortora e rosso veneziano o ancora dal cuoio e dal nabuk. Tocchi di luce provengono, invece, da preziosi velluti lisci ed elementi in
ottone sia lucido che spazzolato.

Ci dai qualche consiglio per aggiungere un tocco etnico al nostro appartamento?
Via libera al mix di influenze con cuscini, tendaggi, tappeti dai toni accesi, nappine e trame geometriche variopinte. Le nuance vanno da quelle calde dei deserti nord africani e mediorientali di pouf e tappeti, berberi e Kilim, fino alle sfumature dei mari d’Oriente nelle sete Batik, Ikat e Tie Dye. Le luci sono calde e soffuse come se ci trovassimo in una tenda preziosa, ma itinerante.