partoVolete che il vostro partner entri con voi in sala parto?

Sappiate che non esistono regole fisse in merito, nè una scelta è migliore dell’altra: le vere protagoniste, è inutile dirlo, siete solo e soltano voi. E solo voi potete liberamente scegliere se fare entrare con voi in sala parto il compagno, la mamma, la sorella, l’amica del cuore (o anche nessuno).

Quel che conta, però, è che la persona prescelta sia consapevole di quel che accadrà e psicologicamente forte per esservi di sostegno in un momento davvero delicato della vostra vita.

Che vi aiuti tranquillizzandovi con le parole, che lo faccia massaggiandovi la zona lombare o invitandovi a respirare correttamente, tra voi deve esserci massima intimità e complicità.

La cosa bella sarà poi ricordare il momento del parto: averlo vissuto in due potrà rendere il vostro rapporto ancora più stretto.