Alavoronche voi siete una di quelle mamme che lavorano full time e faticano a conciliare i due ruoli, quello di mamma e quello di lavoratrice?

Capita a moltissime donne di avere difficoltà a fare bene tutto, mettendo d’accordo i doveri di mamma e stando dietro agli impegni lavorativi.

Pensate che un’indagine di Istat ha rilevato che il 30% delle donne occupate ha lasciato l’impiego dopo la gravidanza. Addirittura, tra le donne nate dopo il 1964 (cioè tra coloro che dovrebbero rappresentare la fascia più attiva da un punto di vista lavorativo), il 25% è senza lavoro perché l’ha lasciato dopo essere diventata mamma.

Di certo noi mamme italiane non siamo aiutate da incentivi, asili nido aziendali o lavori flessibili: i casi di aiuti si contano sulle dita di una mano.

Alcuni consigli per non impazzire:

1. Chiedete sempre aiuto al partner
2. Trovate una persona fidata che possa curare i bimbi in vostra assenza: che siano i nonni, la tata, una zia, quel che conta è che si crei un rapporto sereno con i piccoli di casa.
3. Quando siete con i bimbi, fate capire loro che per voi il lavoro è fonte di soddisfazione personale. In questo modo vivranno senza traumi le vostre assenze, sapendo che la mamma è felice.
4. Lasciate fuori da casa discussioni e problemi legati al lavoro e dedicatevi a momenti di gioco e spensieratezza con i vostri figli.

5. Non siate perfezioniste e mettete in conto di fare dei (sacrosanti) errori. Le Wonder Women non esistono!