Caterina Cadeo mammaCaterina, quali sono le principali difficoltà di gestire il lavoro ed essere mamma di due bambini?
Essere mamma e lavorare comporta una serie di incastri ed imprevisti difficili da gestire: nessun giorno è mai uguale all’altro. E, soprattutto, quando fai un programma, stai serena che quasi certamente dovrai trovare un piano B perché ci sarà qualche incidente di percorso. Ancora, gli orari del lavoro non sono quasi mai compatibili con scuola e attività dei bambini ed è per questo che tante di noi devono per forza ricorrere all’aiuto di nonni e/o tate. Io lavoro da freelance, quindi a volte è più semplice gestire le loro esigenze, ma quando hai dei figli devi cercare di pianificare ogni cosa, altrimenti è impossibile stare dietro a tutto.

Come imparare a dare fiducia a nonni/tate/partner per l’affidamento dei bimbi, specie quando molto piccoli?
Per le prime volte consiglio alle mamme di stare insieme a loro, osservando ed eventualmente aggiustando il tiro se ci sono dei modi di fare che si allontano dal proprio modo di educare i bambini. Ma se per le tate vige più la regola di seguire le istruzioni dei genitori, per nonne e compagni si deve accettare di dare libertà ed essere meno rigide. Ovviamente alcuni fondamentali devono essere rispettati, ma su alcune situazioni lo strappo alla regola è consentito, e va bene che sia così. È bello che i bimbi abbiano dei ricordi un po’ pazzerelli con i nonni.. La verità è che, se circondati da affetto e calore, i bimbi staranno benissimo anche se noi usciamo per andare al lavoro o per una cena in coppia.

Ricordi la prima volta che sei uscita per lavorare lasciando uno dei tuoi bimbi con qualcuno? Come hai gestito quel momento?
Non l’ho vissuto come evento traumatico, tanto che ne ho un ricordo piuttosto vago: il mio primogenito, Matteo, aveva un paio di mesi e io dovevo seguire un evento di lavoro. C’è da dire che quando i bimbi sono molto piccoli è più facile perché non si rendono conto della situazione. Ti si stringe di più il cuore quando esci di casa e ti si buttano al collo in lacrime. In questo caso la chiamata consolatoria di qualche altra mamma e amica nella stessa situazione può aiutare: mal comune mezzo gaudio!

Ti capita mai di sentire di non riuscire a fare bene tutto (mamma e lavoro) e quali sono le tue strategie per “venirne fuori”?
Questo senso di inadeguatezza è il must have di noi mamme, niente di più normale! Capita molto spesso, assorbita dal lavoro e dalle tante incombenze quotidiane, di non riuscire a fare bene tutto e di provare senso di colpa perché non ho trascorso abbastanza tempo con i miei figli. Il mio consiglio per vivere con maggiore serenità? Nell’arco della giornata cercate di ritagliarvi dei piccoli momenti per loro, a prescindere dagli impegni: portarlo a calcio e nel tragitto in macchina chiacchierare insieme, leggere una storia insieme prima della nanna, prendersi mezz’ora per fare un giretto in bici… Il famoso tempo di qualità farà sentire meglio l’intera famiglia, voi per prime: fidatevi.