L’allattamento al seno è un gesto naturale ed estremamente importante sia per la mamma che per il bambino. Il latte materno, infatti, è considerato per i neonati l’alimento migliore nei primi giorni della vita. Fin dalle prime ore successive al parto è essenziale che la neo mamma e il bebè siano a stretto contatto, al fine di permettere il contatto e l’interazione e favorire l’allattamento. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), il bambino dovrebbe assumere esclusivamente il latte materno nei primi sei mesi di vita.

Scopriamo nei dettaglio tutti i vantaggi dell’allattamento al seno per il bebè:

  • Il latte della mamma contiene moltissime sostanze nutrienti essenziali per la prima fase della vita dei bambini, come ad esempio proteine, ferro assimilabile e acidi grassi polinsaturi.
  • Il latte materno è privo di batteri ed è caratterizzato da sostanze immunologiche che proteggono il neonato da infezioni virali.
  • L’allattamento al seno previene nel bambino malattie future come allergie, diabete, infezioni e obesità e migliora lo sviluppo psicomotorio e la vista. È essenziale anche per ridurre il rischio di sindrome della morta improvvisa del lattante (SIDS).

Scegliere di allattare è una decisione che comporta importanti benefici anche alla salute della mamma:

  • La forma fisica il peso vengono recuperati più velocemente
  • L’utero torna più rapidamente alle sue dimensioni originarie
  • Il bilancio del ferro viene preservato, dal momento che l’allattamento riduce la perdita di sangue
  • L’incidenza del cancro della mammella prima della menopausa e di altri tumori come quello all’ovaio sono ridotti
  • Il rischio di ammalarsi di osteoporosi è inferiore.