I primi sintomi che fanno supporre di essere incinta possono variare di intensità da donna a donna ma ci sono indicazioni comuni a cui si consiglia di prestare attenzione. In alcuni casi i sentori potrebbero essere un “falso allarme” ma è bene non ignorarli ed eventualmente fare un test di gravidanza.

Scopriamo quali sono i segnali che possono suggerire di essere in dolce attesa:

  • Ciclo mestruale in ritardo: le mestruazioni che tardano ad arrivare potrebbero essere il segnale più inequivocabile del concepimento. Tuttavia, molte donne soffrono di oligomenorrea e amenorrea e hanno il ciclo mestruale irregolare. Anche altri fattori come lo stress, la stanchezza o problemi ormonali potrebbero causare un ritardo nelle mestruazioni.
  • Dolore al seno: una forte tensione mammaria e i capezzoli più scuri potrebbero indicare l’inizio della gravidanza. L’aumento della prolattina e dell’ormone lattogeno placentare, infatti, rende il seno più turgido e teso. L’irrorazione sanguigna, inoltre, causa il cambio di colore del capezzolo e fa aumentare la dimensione dell’areola.
  • Nausea e vomito: soffrire per più giorni consecutivi di questi sintomi, soprattutto di mattina, potrebbe far pensare di essere incinta. Le nausee potrebbero presentarsi anche in altri momenti della giornata. Solitamente accompagnano le future mamme dalle due alle otto settimane circa dopo il concepimento.
  • Minzione frequente: le donne in gravidanza nutrono la necessità di urinare molto frequentemente a causa dell’incremento dei livelli di estrogeno.
  • Crampi addominali: la sensazione di tensione al basso ventre e le contrazioni al basso ventre potrebbero rappresentare un sintomo da non sottovalutare se si pensa di aspettare un bambino. Questi dolori sono differenti rispetto al malessere causato dalla sindrome premestruale e dipendono dalla crescita dell’utero e dal conseguente aumento dell’irrorazione sanguigna.

Se ti ritrovi in almeno uno di questi sintomi, è possibile che tu sia incinta. Per averne conferma, ti suggeriamo di fare un test di gravidanza, sicuro al 99%. Per ulteriori dubbi, rivolgiti al tuo medico.