L’agricoltura biologica è un metodo di coltivazione e allevamento che non utilizza pesticidi o additivi chimici, ma prevede unicamente l’impiego di sostanze naturali. L’obiettivo di questo sistema è invertire la tendenza dell’agricoltura intensiva, in favore di una produzione di maggiore qualità.

Il biologico oltre alla salvaguardia delle risorse naturali, offre numerosi vantaggi e benefici per la nostra salute. Per prima cosa, i cibi provenienti da agricoltura bio sono caratterizzati da un sapore più naturale e da un gusto decisamente più intenso al palato. Inoltre, gli alimenti biologici, essendo coltivati nel pieno rispetto dei ritmi della natura, presentano una maggiore concentrazione di sostanze nutritive, vitamine, sali minerali e antiossidanti.

Si pensi ad esempio a una mela proveniente da una coltivazione biologica. Solitamente ha una dimensione più piccola rispetto a una tradizionale e talvolta può avere un aspetto meno invitante. Tuttavia, la polpa della mela bio presenta un potere nutrizionale più elevato di quella tradizionale, che è invece composta per la maggior parte da acqua.

Infine, i prodotti biologici presentano un altro grande vantaggio per il nostro benessere. Essi sono privi di neurotossine, sostanze dannose per il cervello e le cellule nervose e contenute in molti dei pesticidi comunemente utilizzati nelle coltivazioni. Non contenendo questa tipologia di elementi nocivi, il biologico non sottopone l’organismo al compito di dover metabolizzare composti che gli sono estranei. Questo comporta un minore stress per il nostro corpo e una maggiore disponibilità di energia.

Alla luce di questi aspetti, è evidente come il biologico presenti numerosi vantaggi non solo per la tutela dell’ambiente, ma anche per la nostra salute. Mangiare bio significa adottare un’alimentazione sana e naturale con evidenti benefici per il nostro organismo.

Articoli correlati