Redazionali

Christian Dior: Capire il mondo del famoso stilista degli anni Cinquanta

Christian Dior visse dal 21 gennaio 1905 all’ottobre 1957. Dior era un designer francese. Ha fondato una delle migliori case di moda al mondo. La casa di moda è ora di proprietà del Groupe Arnault.

Christian è nato in una città d’acqua, nella regione costiera della Normandia, in Francia. La città è indicata come Granville. È nato secondo di cinque figli. Era il figlio di Maurice Dior. L’anziano Dior era un prospero produttore di fertilizzanti. L’azienda di famiglia era Dior Frères. Sua madre era precedentemente conosciuta come Isabelle Cardamone. Dior aveva quattro fratelli: Raymond, Bernard, Jacqueline e Catherine. L’unità familiare si è trasferita a Parigi quando Christian aveva cinque anni. L’intera famiglia è tornata più volte nella regione costiera della Normandia durante le vacanze estive.

La famiglia voleva che l’eventuale designer diventasse un diplomatico. Dior, però, era piuttosto espressivo e aveva un’inclinazione artistica. Era commosso dall’emozione quando lavorava nel campo dell’arte. Dior ha guadagnato denaro dalla vendita dei suoi modelli di moda. È stato pagato dieci centesimi (USA) per ogni estrazione. Dior ha lasciato la scuola, alla fine. Nel 1928 ottenne denaro da suo padre. Con i soldi ha finanziato una modesta galleria d’arte. Lui e un conoscente vendevano opere d’arte a mecenati, di artisti famosi come Pablo Picasso. La madre e il fratello di Dior sono morti tre anni dopo. Le difficoltà finanziarie sono diventate una realtà. Durante la Grande Depressione si verificò un disastro finanziario all’attività familiare di fertilizzanti. Anche la galleria ha chiuso i battenti.

Dior è diventato il dipendente del noto stilista di moda: Robert Piguet. L’evento precedente si è verificato nel 1937. Il famoso stilista ha permesso a Dior di creare capi di moda per tre delle sue collezioni. È stato attraverso le istruzioni di Piguet che Dior ha imparato la preziosa lezione della semplicità della moda. Un abito da giorno che è stato denominato “Café Anglais” è stato accolto con favore dal grande pubblico. Dior ha lavorato, in collaborazione con Pierre Balmain ed è stato sostituito da Marc Bohan. Marc Bohan è diventato il capo del design di Christian Dior Paris, negli anni ’60. Dior si è separato da Piguet quando è stato chiamato al servizio militare.

Dior lasciò l’esercito nel 1942. Quando lo fece, entrò nella casa di moda di Lucien Lelong. Balmain e Dior erano i designer chiave della casa di moda. Dior rimase un dipendente della casa per il resto della seconda guerra mondiale. Ha lavorato instancabilmente nel suo lavoro per preservare l’industria della moda durante la guerra. La sua dedizione era basata su credenze artistiche ed economiche. Christian Dior veste alla moda le spose degli ufficiali nazisti. Altre case di moda hanno fatto gli stessi luoghi della moda come Jeanne Lanvin, Nina Ricci e Jean Patou. La sorella di Dior, Catherine (1917-2008) era un membro della resistenza francese. Fu catturata dalla Gestapo, all’epoca, e mandata in un campo di concentramento. Rimase incarcerata nel campo di concentramento fino a quando fu liberata nel maggio del 1945.

L’uomo più prospero in Francia, nel 1946, era Marcel Boussac. Boussac invitò Dior a diventare un designer per Philippe et Gaston, una casa di moda di Parigi fondata nel 1925. Dior, tuttavia, voleva farsi un nome e creare una propria attività. È stato sostenuto da Boussac nella fondazione della sua casa di moda. La prima linea di Dior si chiamava Corolle. Corolle fu presentato al pubblico il 12 febbraio 1947. Il nome in inglese significa cerchietto di petali di fiori. La frase di New Look era il nome dato alla linea da Carmel Snow, redattore capo di Harper’s Bazaar.

I modelli Dior avevano molto di più in termini di profondità e volume rispetto alle forme boxier dell’era della seconda guerra mondiale. La moda della seconda guerra mondiale era in linea con la conservazione del materiale. Dior è stato un genio magistrale nel creare bellissime silhouette. Ha combinato tessuti foderati con percalle e ha fornito molto in termini di corpetti che supportano uno stile più pieno. Il suo design prevedeva uno stile in cui i modelli tendevano ad apparire più sinuosi. I suoi vestiti svasavano dalla zona della vita. L’area della vita era straordinariamente piccola.

Ad alcune donne non piaceva il tessuto aggiuntivo, all’inizio, a causa della conservazione del tessuto trovato nei modelli degli anni Quaranta. L’opposizione alla fine divenne un ricordo del passato quando finì la carenza della seconda guerra mondiale. Il “New Look” ha fornito alle donne una forma rivoluzionaria di abbigliamento. Il suo design ha ristabilito Parigi come centro della moda.

Dior è morto durante una vacanza a Montecatini, in Italia. La data era il 24 ottobre 1957. Prima della sua morte, Dior è stato nominato, nel 1955, per i migliori costumi. Il suo design è stato creato per Terminal Station. Il regista era Vittorio De Sica. Il film è stato prodotto nel 1953. Dopo la sua morte, nel 1967, lo stilista è stato nominato per un BAFTA, per Best British Costume Color per Arabesque, diretto da Stanley Donen (1966).

In conclusione, la leggenda Dior vive: molti artisti, a partire dagli anni ’50, hanno menzionato il nome Dior nelle loro canzoni e nelle loro storie.

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *