Redazionali

Influencer dei social media: un’industria superficiale?

Una pubblicità dell’agenzia locale di micro-influencer, Faves Asia ha fatto infuriare molti per alcuni motivi, ma nessuno dei reati era così grande come travisare l’industria degli influencer come una strada facile per la fama e la ricchezza. Il video è stato rimosso pochi giorni dopo una schiacciante frustata.

Mentre si trascorrono ore incessantemente a scorrere i social media ammirando il perfetto stile di vita lussureggiante degli influencer, può essere difficile trattenersi dal pensare che un bel viso e un po ‘di fortuna siano tutto ciò che serve per essere uno di loro. Tuttavia, la realtà è spesso molto più diversa dalle nostre fantasiose immaginazioni. Allora, quali sono le tre qualità fondamentali di un influencer di successo sui social media?

Identità

Se vuoi essere conosciuto per tutto, sarai conosciuto per niente. – Dan Schawbel

Per andare oltre il semplice essere un bel viso dimenticabile su Instagram, è necessario stabilire un personaggio online distintivo. Ciò richiede che l’influencer abbia un chiaro senso dell’orientamento nella creazione di contenuti e stabilisca una reputazione come punto di riferimento per un singolo o una raccolta di interessi. In quanto tale, un vero influencer crea anche onde e non si limita a cavalcare le mode con contenuti generici. Ciò richiede un intricato equilibrio tra essere all’avanguardia e sintonizzarsi con le attuali preferenze del mercato.

likability

Un buon influencer mantiene la propria simpatia dedicando tempo e impegno a creare fiducia e rapporti tra follower, clienti e altri influencer del settore. – Copyrise

Oltre ad avere un bell’aspetto ed essere creativi, è importante avere una personalità amichevole. Quando si tratta di monetizzare l’influenza, gli influencer devono stabilire un sano rapporto di lavoro con marchi e aziende. Con il proliferare di micro-influencer, è il mercato degli acquirenti. Data la stessa portata di influenza, le aziende e le agenzie andranno sempre con quelle che è più facile lavorare con le dive. È logico avere cortesia comune, specialmente quando i criteri chiave di un influencer sono di essere simpatici.

Integrità

Alla fine della giornata, vendo il mio gusto e il mio occhio – se faccio cose fuori marchio perderò il rispetto. – Camille Charrière, influencer di moda su Instagram, 529k follower

Tuttavia, essere simpatico non significa essere sempre un yes-man o una yes-woman. Per gli influencer dei social media che vogliono fare affari, mentre pagare le bollette è fondamentale, l’integrità dovrebbe essere il principio guida costante. Gli influencer devono davvero apprezzare un marchio ei suoi prodotti per poterlo “vendere” e per i follower “acquistare” il post e acquistare il prodotto. Una mancata corrispondenza di marchi e influencer nella migliore delle ipotesi non porta a vendite significative e nel peggiore dei casi, svilisce la reputazione e il seguito dell’influencer. Camille ha persino rifiutato un contratto del valore di £ 100.000 dal gigante della moda, Macy’s perché i vestiti non erano del suo stile e non quello che i suoi follower avrebbero apprezzato [I].

Maneggiando una significativa capacità di persuasione nei loro domini, gli influencer possono scegliere di monetizzare l’influenza, usarla per ulteriori cause vicine ai loro cuori o semplicemente rimanere come intrattenitori gratuiti. Per poter scegliere tra queste opzioni, un individuo deve soddisfare i prerequisiti necessari. Mentre l’aspetto aiuta a spianare la strada, i veri influencer sono sicuramente più che genetica e cosmetici.

[I] Vogue, What Is An Influencer, marzo 2017.

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *