Redazionali

Suggerimenti per la sicurezza per lo shopping online

Le frodi con carte di credito sembrano essere ovunque, ei ladri adorano usare Internet per rubare i dati della carta di credito delle persone, a causa dell’anonimato che fornisce. Molti consumatori pensano che l’unico modo per proteggersi sia semplicemente evitare di fare acquisti online tutti insieme. Sebbene questo sia un modo per evitare che i dati della carta di credito vengano rubati, significa anche che non si potrà mai più fare acquisti online. Il mercato online di beni e servizi sta crescendo rapidamente perché i consumatori sanno di poter trovare rapidamente le migliori offerte quando fanno acquisti online. Semplicemente non facendo più acquisti online, si rinuncerebbe a tutte queste grandi offerte. Utilizzare questo metodo per evitare frodi con carte di credito è come decidere di non volare mai più su un aereo per evitare i terroristi. È vero, non si diventerebbe vittima in nessun complotto terroristico che coinvolgesse aerei, ma questo significa anche dover affrontare l’inconveniente di non poter volare durante il viaggio. Come ogni altra cosa nella vita, la chiave non è evitare il problema, ma comprendere il problema e adottare una strategia intelligente per ridurre al minimo il rischio di essere vittima di frodi con carta di credito durante gli acquisti online.

Innanzitutto, parliamo dei passaggi che si possono intraprendere se si è già verificata una frode con carta di credito. Non c’è bisogno di andare in panico. Una volta che il titolare della carta segnala che i dati della sua carta di credito sono stati compromessi, la società della carta di credito non lo riterrà responsabile per eventuali addebiti fraudolenti, anche per gli addebiti effettuati prima di segnalare che i dati della carta di credito sono stati rubati. La società della carta di credito interromperà tale carta per un ulteriore utilizzo ed emetterà una nuova carta in circa una settimana o due, ma questo è ancora un inconveniente che la maggior parte delle persone preferirebbe comunque non voler affrontare, se possibile.

Successivamente, gli acquirenti online potrebbero utilizzare lo strumento di navigazione sicura di Google per verificare se un sito Web è sicuro da visitare, supponendo che ci si fidi di Google, ovviamente. Questo strumento segnalerà se un sito Web è sospetto o meno, l’ultima volta che Google lo ha scansionato, se il sito Web ha fatto qualcosa di sospetto in passato e segnala se è collegato a siti Web sospetti anche se il sito stesso non sta facendo nulla di sospetto. Per vedere se un sito web è sicuro, copia e incolla “http://www.google.com/safebrowsing/diagnostic?site=” nel campo dell’indirizzo del browser, quindi aggiungi l’URL del sito da visitare. Ad esempio, nel sito web di un’azienda, inserisci “http://www.google.com/safebrowsing/diagnostic?site=websiteurlhere.com” nella barra degli indirizzi del browser in uso. Una volta inserito, lo strumento di Google mostrerà un semplice rapporto di mezza pagina sul fatto che il sito in questione sia effettivamente sicuro o meno.

Un altro livello di protezione che è possibile utilizzare durante gli acquisti online è l’utilizzo di metodi di pagamento di terze parti affidabili. Quasi tutti hanno sentito parlare di PayPal. Sono probabilmente il metodo di pagamento di terze parti più utilizzato al mondo. Consentono ai clienti di effettuare il pagamento di beni e servizi tramite loro. Ad esempio, questo significa che quando un cliente acquista qualcosa, non paga direttamente il sito Web su cui sta acquistando. Sta pagando l’importo dovuto a PayPal, quindi PayPal paga il commerciante, il che significa che il commerciante non vede mai i dati della sua carta di credito e i dati della sua carta di credito non sono mai stati trasmessi su Internet durante questa transazione. Non importa se il cliente acquista su un sito web o su cento siti web. Finché è stato utilizzato un metodo di pagamento di terze parti, le informazioni sulla carta di credito non sono mai state trasmesse, quindi tali informazioni non circolano online su ciascun sito Web in cui è stato effettuato un acquisto. Altri metodi di pagamento di terze parti simili a PayPal includono Google Wallet e Amazon Payments.

Grazie a queste informazioni, gli acquirenti online possono ora assicurarsi che i siti Web visitati siano sicuri su cui fare acquisti ed evitare anche di inserire informazioni sensibili al momento dell’acquisto. Quindi, non è necessario rinunciare a tutte le grandi offerte quando si fa acquisti online per paura che i dati della carta di credito vengano rubati.

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *